Inail – emanato Avviso bando ISI 2018

Bando-ISI-Inail

Il 20 Dicembre 2018, l’Inail ha emanato l’Avviso ISI 2018 (riferito all’anno 2019) che, attraverso la pubblicazione di singoli Avvisi pubblici regionali/provinciali, finanzia investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. I fondi messi a disposizione sono pari a 369.726.206,00 Euro suddivisi in 5 Assi di finanziamento.

L’obiettivo è: “Incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché, incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali”.

Gli interessati possono presentare l’apposita domanda in modalità telematica dall’11 Aprile 2019 fino alle ore 18.00 del 30 Maggio 2019, seguendo la procedura descritta negli Avvisi regionali pubblicati sul sito www.inail.it, sezione “Servizi On Line”. La giornata in cui sarà possibile l’inoltro delle domande (il cosiddetto “click day”) sarà reso noto sullo stesso sito, di cui sopra, a partire dal 6 giugno 2019. Nel caso in cui l’impresa risulterà in una posizione della graduatoria utile per accedere al contributo, dovrà confermare la domanda tramite l’invio della documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

Chi sono i destinatari?

Le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento anche gli Enti del terzo settore.

Quali sono i progetti finanziati dal bando?

I progetti finanziabili dal bando ISI sono suddivisi in 5 Assi di finanziamento:

  • Asse 1: Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Asse 2: Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);
  • Asse 3: Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Asse 4: Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività;
  • Asse 5: Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

Gli incentivi a fondo perduto devono riguardare uno dei seguenti interventi:

  • Investimenti finalizzati a migliorare la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, per i dipendenti dell’impresa;
  • Interventi che mirano all’adozione o miglioramento di modelli di organizzazione e responsabilità sociale;
  • Progetti di bonifica dei luoghi in cui sono presenti materiali contenenti amianto.

A quanto ammonta il finanziamento?

Il finanziamento a fondo perduto è pari al 65% delle spese totali del progetto presentato, relativo ad una delle tre tipologie di intervento suddette. Rientrano nel finanziamento i costi sostenuti dall’azienda, ma non l’IVA, in quanto non rappresenta un costo.

Il minimo del contributo erogabile è pari a 5 mila euro. Il valore massimo dei contributi erogabili variano in base alla tipologia di Asse di finanziamento, pertanto si rimanda alla lettura del bando per ulteriori dettagli.

Per quanto riguarda, invece, i progetti relativi all’adozione o al miglioramento di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, per imprese con meno di 50 dipendenti, il limite minimo di finanziamento non è stato fissato.

Gli Avvisi regionali con i relativi allegati sono pubblicati sul sito dell’ INAIL, al seguente link: https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-2018.html

consulta anche qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *